Risotto alla Bergamasca (Tributo alla città che mi ha adottato!)


Buon inizio di settimana a tutti!

La ricetta che vi presento oggi, è uno di quei piatti per cui descriverne il gusto ed il profumo non è così semplice! E’ un piatto regionale, che solo da poco tempo, viene riconosciuto come tale, ma che di fatto lo si può gustare in parecchie trattorie e ristoranti della bergamasca e delle valli. Lo spunto l’ho preso dopo aver letto Questo Articolo, che riassumeva egregiamente la ricetta, con tutti i suoi ingredienti e la modalità di preparazione. Bergamo, e la sua provincia mi hanno ospitato per quasi 10 anni, a questa città sono particolarmente legato perchè mi ha fatto crescere moltissimo sotto l’aspetto umano e professionale. Al contrario di quello che si può pensare, io meridionale, in mezzo alla padania ci sono stato davvero bene. Con rispetto ed educazione, son riuscito come tanti, ad integrarmi in una realtà completamente differente da quella che poteva essere vivere al sud e in una città come Palermo. In fondo e lo dico scherzosamente, i bergamaschi sono i “Teroni del Nord” come affettuosamente li chiamano qui. E per teroni, intendo gente che si alza al mattino e torna la sera da lavoro. Una cultura del lavoro che io mi portavo già dietro avendo come esempio un artigiano incredibile come mio padre, e che ho affinato qui. ma Bergamo e la provincia bergamasca non sono di certo solo lavoro, possiedono una cultura gastronomica fatta di ingredienti poveri, ma che uniti tra di loro diventano eccezionali. Tra tutti, sicuramente la polenta ha avuto un ruolo principale, l’adoro e ne mangio tantissimo in inverno, e poi i casoncelli, la pasta ripiena tipica della città e i formaggi delle valli sono eccezionali! Ho scoperto il formaggio di capra ed il taleggio… E chi ne può più fare a meno???

Oggi, con vero piacere, vi presento un tributo alla città di Bergamo, che con questo piatto ed i suoi profumi inconfondibili, rispecchia tutto quello che c’è di buono in questa terra. Il risotto alla bergamasca, come avrete letto nell’articolo del link precedente, mi auguro possa diventarne davvero un simbolo per questa città ed essere ricordato come uno dei piatti principe della Lombardia!

Risotto alla Bergamasca – Ricetta x 4 persone:

  • 300 gr di riso
  • 2 salsiccie
  • 150 gr di taleggio
  • 80 gr di burro
  • 1 scalogno
  • un mazzetto di salvia
  • brodo vegetale qb
  • 1 bicchiere di vino bianco (il valcalepio non l’avevo!)
  • pepe nero qb

Io ho seguito la ricetta proposta nell’articolo, le uniche differenze sono dovute alla sostituzione dello scalogno con mezza cipolla rossa e al vino bianco. Non avendo in cantina il valcalepio, l’ho sostituito con un pinot nero vinificato in bianco dell’oltrepò pavese. Il taleggio invece è dop delle valli bergamasche, preso vicino Clusone, davvero buonissimo!

In una casseruola ampia e dai bordi bassi rosoliamo la cipolla insieme a metà del burro e alla salvia, versiamo la salsiccia spellata e con l’aiuto di un cucchiaio spezzettiamola nella padella, cuocendola per bene, quindi aggiungiamo il riso, eliminiamo la salvia e tostiamo finchè non inizierà a diventare traslucido. Sfumiamo col vino e versando poco alla volta un mestolo di brodo vegetale cuociamo il nostro riso per una ventina di minuti.

A cottura ultimata, spegniamo il fuoco e mantechiamo il risotto prima con il burro e poi con il nostro taleggio tagliato a pezzetti.

Versiamo il risotto in un piatto da portata piano e serviamolo immediatamente, accompagnandolo con un calice di vino bianco usato per la sua cottura. A piacere, si può condire ulteriormente con una macinata di pepe nero fresco, che ne esalterà il gusto ed il profumo!

La combinazione tra la salsiccia, che qui nella bergamasca è utilizzatissima, soprattutto per le grigliate, e del taleggio, formaggio talmente puzzolente fuori quanto squisito e delicato dentro, creano un connubio eccezionale, esaltando i sapori tra di loro in modo divino!

Se amate i risotti, non ne potrete più fare a meno una volta assaggiato!

Buon appetito a tutti!

Potrebbero interessarti anche… (clicca sull’immagine per accedere al relativo post)

2 pensieri su “Risotto alla Bergamasca (Tributo alla città che mi ha adottato!)

  1. Ciao Speedy70 e benvenuta!
    Grazie per aver lasciato un tuo messaggio qui e grazie soprattutto per essere una mia fedele sostenitrice!😀
    Piacere tutto mio!😉

Dopo aver letto il post, un tuo commento è molto gradito!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...