Gamberi in Pasta Kataifi


Buon pomeriggio carissimi amici!

Le giornate ultimamente non sono delle migliori, il tempo fa i capricci e ahimè purtroppo piove… occasione per poter usare il forno a casa senza che la moglie stia lì a puntarti il fucile perchè FA CALDO!!!😀

Allora cosa c’è di meglio se non quello di preparare qualcosa di buono e sfizioso da servire come antipasto o piatto unico, in base alla quantità che uno se ne vuol mangiare??? In verità vi dico che assaggiato il primo, difficilmente riuscirete a star lontano da questi buonissimi gamberi, avvolti da questa strana e sconosciuta ai più pasta, fatta di sfilacci che avvolti nel gambero stesso e cotti al forno, gli conferiscono un aspetto voluttuoso ed un sapore fuori dal normale! Se poi anzichè avere i gamberi surgelati come il sottoscritto, utilizzate dei gamberi o gamberoni freschi, allora il risultato sarà eccezionale!

La Pasta Kataifi, è un prodotto mediorientale fatto di questi filamenti di pasta sottilissimi, che è possibile trovare in commercio nei negozi dedicati ai prodotti del suo genere, normalmente è venduta surgelata e per utilizzarla, bastano pochi accorgimenti. In Egitto durante il viaggio di nozze, ho avuto il piacere di poterla gustare secondo le loro tradizioni, e cioè per la preparazione dei dolci locali, su tutti la Kunafa, che prima o poi riuscirò a riproporre qui nel blog. nel nostro caso, la ricetta invece prevede un uso salato del prodotto, abbinato a del pesce. In rete e soprattutto sul sito di Cookaround è possibile trovare parecchie ricette con questa pasta, da cui ho tratto ispirazione per quella che vi presento oggi!

Gamberi in Pasta Kataifi – La Ricetta!

  • una confezione di pasta kataifi
  • una confezione di gamberi surgelati
  • sale&pepe qb
  • paprika qb
  • olio qb

Come potete vedere dalle immagini, la preparazione è semplicissima. l’unica accortezza è quella di pulire ben bene i gamberi e di sgusciarli tutti. nel mio caso ho utilizzato delle code di mazzancolle senza testa, però potete benissimo usare dei gamberoni freschi e sgusciarli lasciando la testa integra e avvolgendo la pasta intorno al gambero senza però ricoprirla. una volta che tutti i gamberi saranno stati avvolti dalla pasta, disponiamoli su di una teglia foderata con carta forno e condiamo con il sale il pepe, a piacere della paprika e terminiamo con un filo d’olio. Inforniamo a 180°C finchè la superficie non sarà diventata dorata.

Sono un ottimo stuzzichino da usare come antipasto, ma sono ottimi anche come secondo, in un pranzo dove servire del pesce preparato in modo insolito per stupire i commensali!

Da oggi troverete anche un watermark sulla foto finita, dal momento che ho ricevuto notizie dell’ennesimo uso non autorizzato di una mia foto(leggi commento). Appena possibile scriverò al ragazzo che l’ha utilizzata per avere spiegazioni. Civilmente spero di risolvere tutto senza amari strascichi come in passato.

Arrivederci a presto!

Potrebbero interessarti anche… (clicca sull’immagine per accedere al relativo post)

12 pensieri su “Gamberi in Pasta Kataifi

  1. Ciao Alberto,
    interessante ricettina per preparare i gamberi che sono la mia passione😉
    In effetti ho visto usare questa pasta sempre nelle preparazioni dolci, ma in versione salata la trovo molto molto sfiziosa!!! Oltre ai gamberi mi sembra buona per avvolgere qualsiasi altra cosa salata… devo scovarla in qualche negozietto da queste parti!!!
    A presto🙂
    Alice

  2. Ciao Albert!!
    E’sempre un gran piacere passare da queste parti! siamo stati un po latitati in questo periodo ma sai com’è… mare chiama
    Con questa ricetta mi hai rimesso un tarlo nel cervello! avevo a fatica dimenticato la pasta Kataifi visto che qui non c’è verso di trovala..ed ora che la rivedo…inizieranno di nuovo le ricerche!
    Grazie sempre per le
    graditissime visite.
    Saluti e a presto
    Giovanni

  3. @Alice
    Ciao!!!
    Io invece l’ho scoperta con questa ricetta, e solo dopo esser stato in Egitto, ho capito che si poteva usare per tantissime altre cose!
    Mi ispira parecchio l’idea di avvolgerci dentro qualcosa, formando della palline e poi friggerle… Non so cosa metterci dentro però!

    @unfilodolio
    Ragazzi, bentornati!!!
    Per trovare quella pasta a Palermo e dintorni, mi sa che dovrete cercarla nei negozi medio orientali, credo sia l’unica alternativa. Anche qui a Milano, non credere sia molto diverso!

    @Giorgia!
    Ciauuu!
    Son una figata si si!😀
    Soprattutto quando li presenti a chi non li ha mai visti, titubanti mollano un morso e poi… Son lì che ti inseguono per mangiarsene ancora!😀

  4. Ciao Alberto, passo per un saluto e per verificare ancora l’utilizzo di foto altrui…ho visto la “faccia”..non lo vedo con in mano una reflex o una semplice digitale a fotografare le sue “creazioni”, lo vedo piuttosto tuffarsi tutto intero in una grande vasca di spaghetti scotti!! Un bacione…Libera
    Dimenticavo..questa pasta l’ho “addocchiata” in un negozio etnico…ti “copierò”😉

  5. Ciao Alberto! Buona la pasta kataifi, io l’ho scoperta qualche anno fa, con la mia excoinquilina di Cipro,la usano moltissimo da loro….
    Buono l’abbinamento con i gamberi!
    Buon inizio settimana a te!

  6. Ciao Libera!
    Scusa se rispondo solo adesso, ma in questi giorni sono stato molto impegnato, siamo partiti per la Sicilia, adesso ti scrivo da Palermo!😀
    Stare qui pochi giorni, ma cercheremo approfittare di ogni minuto per goderci questa breve vacanza!
    Sai che il tipo che aveva usato le mie foto, è stato molto onesto, e come pensavo io, le aveva usate senza scopi truffaldini, ma solo perchè doveva mostrare un buon cous cous. Ha rimosso le foto e adesso siamo pure in contatto su facebook. Diciamo che sarebbe meglio se si citassero le fonti, però se in questo caso lo si fa così, si trova subito la soluzione!

  7. Ciao Roby!!!
    Anche a te chiedo scusa se ti rispondo così in ritardo, ma adesso mi trovo in Sicilia!!!😀
    Tantissimi saluti da Palermo!!!!
    E grazie per lasciare sempre una traccia qui!
    Ciao!!!!

  8. Molto intrigaaaante sta ricettina! Ma dove trovo la pasta kataifi? Sono a Roma, forse Castroni? Complimenti Alberto! Ora mi vado a guardare anche il resto. Ciao!

  9. It’s truly a great and useful piece of information. I’m satisfied that you shared this helpful information with us. Please stay us informed like this. Thank you for sharing. bbddcbdceeed

Dopo aver letto il post, un tuo commento è molto gradito!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...