Variazioni di Cous Cous di Pesce e cenetta intima!


Bentrovati amici carissimi!!!

Sapete da quanto tempo non preparavo una bella cenetta solo per me e mia moglie??? da troppo tempo! Ma soprattutto non preparavo del buon cous cous da tantissimo tempo, e scusate se e’ poco! Fortunatamente lo scorso weekend ho fatto conciliare entrambe le due cose, ed approfittando dell’occasione, ecco la nostra ricetta di oggi!

In origine, avrei dovuto preparare un normalissimo cous cous di pesce, fatto solo con molluschi, calamari e gamberi, senza usare pesce con spine, ottimo per chi non ha voglia di star li a pulire e deliscare e vuole gustarsi tutto senza patemi. Cosi’ e’ stato, ma dal momento che una ne penso e cento ne faccio, dal normalissimo cous cous, son passato a 3 variazioni, tutte differenti tra di loro e tutte a base di pesce! La grandissima sorpresa sara’ data dal gambero… Delizioso!!! Perchè? Perchè usare il cous cous come panatura, non ne ha affatto snaturato le sue caratteristiche, ed anzi, abbinato al gambero, ne ha esaltato il gusto rendendolo davvero speciale!!! E allora perchè star qui a descrivervelo quando potete invece leggere la ricetta e vedere le foto?

Cosa aspettiamo, mettiamoci all’opera!

Variazioni di Cous Cous di Pesce… – La Ricetta!

  • 300 gr di cous cous precotto
  • 1 dado da cucina vegetale
  • 500 gr di cozze
  • 500 gr di vongole
  • 400 gr di gamberi
  • 2 calamari
  • 300 gr di ciuffetti
  • prezzemolo
  • menta
  • sale&pepe
  • peperoncino
  • paprika dolce
  • curry
  • pinoli
  • uno spicchio d’aglio
  • una cipolla piccola
  • un bicchiere di vino bianco
  • una bottiglia di salsa di pomodoro
  • olio qb

A molti la preparazione potra’ sembrare lunga e impegnativa, ma alla fine il risultato soddisfera’ appieno la vostra vista ed il vostro palato! Bisogna solo armarsi di pazienza e non sottovalutare nessun dettaglio!

La prima operazione da effettuare e’ preparare il nostro cous cous, che ci servira’ come base per i nostri tre piatti. Iniziamo facendo bollire in un pentolino dell’acqua a cui aggiungeremo il nostro dado per creare il brodo con cui poi bagneremo il nostro cous cous. Cous cous che ancora crudo, mettiamo in una ciotola, condiamo con un filo d’olio e mescoliamo con una forchetta per insaporirlo. Quindi versiamo lentamente con un mestolo il nostro brodo, bagnandolo ma senza ‘affogarlo’ nel brodo stesso. Per 3 etti circa bastano 4/5 mestoli piccoli. Coprite con un coperchio e fate riposare per circa 5 minuti. Passato questo tempo, togliete il coperchio e delicatamente con una forchetta sgranatelo fino a quando i chicchi non si separeranno. Attenzione a non mettere troppo brodo, altrimenti il cous cous assumerà una consistenza tipo ‘pastina’ e personalmente, sarà buono solo per la pattumiera! (Ne so qualcosa, visto i pasticci combinati in passato!)

Fatto il cous cous, adesso occupiamoci del pesce! Mi raccomando la pulizia del pesce! E’ un’operazione delicata, perchè nonostante non ci siano spine, comunque la pulizia accurata evita spiacevoli contrattempi. Nel nostro caso, i gamberi vanno sgusciati, puliti sotto abbondante acqua e con un coltellino vanno eliminate le viscere, che si trovano nel dorso. I ciuffetti vanno lavati sotto l’acqua corrente e i calamari, avendo cura che restino intatti, vanno eventualmente eviscerati e puliti all’interno. Le vongole vanno sciacquate in acqua corrente, eliminate quelle aperte e messe a mollo a dell’acqua leggermente salata per almeno un paio d’ore se possibile, in modo che spurghino la loro sabbia. Per quanto riguarda le cozze… Io sulla loro pulizia sono estremamente pignolo. Preferisco buttarle se le trovo anche solo bucate piuttosto che rischiare una bella intossicazione alimentare a causa loro. Vano pulite benissimo sotto l’acqua corrente, eliminando il bisso, quella retina centrale e grattando con un coltello tutta la superficie eventualmente sporca. Operazioni lunghe sotto certi aspetti, ma che ti garantiscono sicurezza durante la cottura.

Pulito accuratamente il pesce, occupiamoci della loro preparazione! Dividiamo il cous cous in tre parti, con una percentuale di peso del 60-20-20% totale, in modo da avere maggior quantità per quello con cui condiremo il pesce e la giusta quantità per quello destinato ai calamari ripieni e ai gamberi panati. A casa avevo degli stampini a forma di cuore presi recentemente insieme ad altri, che ho utilizzato foderandoli con della pellicola, versando al loro interno il cous cous e compattando tutto con un cucchiaio. Poi basta capovolgere lo stampino nel piatto ed eliminare delicatamente la pellicola.

Le vongole e le cozze, vanno cotte molto semplicemente facendole aprire senza nulla in una pentola coperta. Indifferentemente potete cuocere prima le cozze e poi le vongole. Sgusciatele e tenetele da parte. Tutte quelle che non si dovessero essere aperte, buttatele via.

Per quanto riguarda il calamaro ripieno, le operazioni sono abbastanza semplici. Tagliamo i tentacoli a pezzetti ed aggiungiamo una grattata di sale e pepe, del prezzemolo tritato, dei pinoli, una spolverata di paprika ed un filo d’olio. Amalgamato tutto il composto in una ciotola, riempiamo delicatamente i calamari e chiudiamoli con uno stuzzicadenti.

Per i gamberi è ancora più semplice. Sempre in una ciotola, versiamo un paio di cucchiaiate di cous cous, lo condiamo con la menta a pezzetti, con una spolverata di curry, del sale e del pepe, terminando con un filo d’olio. Prendiamo i nostri gamberi e li rigiriamo delicatamente nella panure e li poggiamo in una placca o una teglia foderata di carta forno. Cuociamo appena il tempo che il gambero sia dorato in superficie. (ricordiamoci di lasciarne un pugno per il sugo!!!)

La parte più impegnativa arriva adesso, con la preparazione del sugo. Nella nostra ampia padella a bordi alti, versiamo abbondante olio, e rosoliamo lo spicchio d’aglio intero con la cipolla tritata e il peperoncino.  Aggiungiamo i ciuffetti, rigiriamo e poi in sequenza, aggiungiamo i calamari, i gamberi e cuociamo a fuoco vivace per circa 5 minuti, rigirando spesso. Sfumiamo col vino e continuiamo la cottura aggiungendo la salsa di pomodoro e salando leggermente. Verso fine cottura, circa 15 minuti a fuoco medio basso, aggiungiamo le vongole e le cozze e una manciata di prezzemolo tritato.

A parte tagliamo il calamaro a fette, e nel nostro piatto da portata, disponete il cuore di cous cous, ricoperto dal sugo di pesce, da una parte il calamaro a fette, dall’altra i gamberi panati e per finire un pò di pesce del nostro sugo, insieme a delle cozze e delle vongole.

Come vi avevo anticipato all’inizio del post, i gamberi panati con il cous cous si sono rivelati una graditissima sorpresa, stupendoci per il loro sapore delicato ma allo stesso tempo croccante, dato dalla presenza della panatura a base di cous cous, mentre il calamaro ripieno, ha donato parecchia freschezza al nostro piatto, spezzando un attimo il sapore deciso del sugo, leggermente piccante ma ottimo per il cous cous!

Una variante decisamente azzeccata questa, che oltre a cambiare la mia solita ricetta, ci ha dato spunto per crearne di nuove, che spero di poter realizzare il prima possibile!

Buona cena a tutti e arrivederci alla prossima ricetta!

Potrebbero interessarti anche… (clicca sull’immagine per accedere al relativo post)

8 pensieri su “Variazioni di Cous Cous di Pesce e cenetta intima!

  1. Ciao Alberto,
    ben trovato! Ho visto che durante la mia assenza hai avuto delle bellissime idee!!! Bella quella di “Blogger per un giorno”… tanto è il tuo entusiasmo nel descrivere le cose che era venuta voglia anche a me di partecipare… poi mi sono ricordata che io un blog ce l’ho, quindi sono fuori gioco😉
    …vabbè spero che penserai a qualcosa anche per noi blogger🙂
    Che meraviglia questo piatto, ci sono dentro tutte le cose che mi piacciono di più e la tua creatività questa volta è stata insuperabile, bellissima presentazione!!!

    A presto,
    Alice

  2. Ciao Alice!!!
    Grazie per i complimenti, questo piatto è speciale per me, mi regala sempre tante soddisfazioni!😀
    Per quanto riguarda il food blogger per un giorno… potresti partecipare in incognito, hihihi!😛 No scherzo, però mi hai fatto accendere una lampadina…
    Ho già buttato giù l’idea su un pezzetto di carta e se la svilupperò a dovere, sarai la prima ad essere coinvolta!😀

  3. ciao ho visto che mi sei venuto a trovare e allora ho fatto anch’io una visita.il cous-cous piace molto anche a me, la variazione di pesce molto buona ,ma il cuoricinooooo fantastico.

  4. @Lalla
    Ciao!!! benvenuta!!!
    Ho visto la tua focaccia ed ho cominciato a sbavare, io adoro le focacce liguri in genere, e quella di recco è spettacolare!!!
    Complimenti, vado subito a commentarla!
    E grazie di essere passata!
    Il cuoricino è stato un colpo di genio improvviso!😀

  5. Sembra delizioso e lo vorrei fare!!!
    una domanda ma il calamaro ripieno e i camberetti impanati dove li cuoci?
    grazie e complimenti ancora!!!

  6. ma tu guarda, cercavo una ricetta per il calamaro ripieno e mi sono imbattuto in questo bel blog!
    Complimenti, sia per i contenuti (ricette deliziose) sia per la veste grafica.
    Unico problemino (forse però dipende da me), faccio faica a navigarci, non riesco per esempio a trovare la sezione in cui è questo piatto (cucina siciliana?la pagina è in costruzione;piatti unici?idem).
    Cmq grazie per questo simpatico tuo contributo

Dopo aver letto il post, un tuo commento è molto gradito!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...