Sardi Allinguati… E quante storie dietro di esse!


Buon inizio di settimana amici!

Sono davvero soddisfatto del risultato raggiunto con il primo Post pubblicato sulla mia nuova rubrica, Food Blogger per un giorno! I vostri riscontri sono stati positivi ed aspetto un paio di nuove ricette da parte vostra che spero di pubblicare il prima possibile, magari già questa settimana!

Nel frattempo però, continuiamo a pubblicare i nostri post con una certa regolarità, ho parecchie ricette accumulate da proporvi, sia vecchie che nuove! Oggi in particolare, mi soffermerò su una vecchia ricetta, anzi… La Prima ricetta! Ovvero, la prima ricetta che pubblicai nel mio vecchio ed ormai inesistente blog, “Mangiare, che passione” di Diablogando, la prima piattaforma con cui mi avvicinai al mondo dei blog 4 anni fa! Di recente ho fatto un pò di pulizia nel mio HD ed ho scovato le foto dei piatti che proponevo lì e con mia grande sorpresa, ho recuperato quelle che vi presento oggi!

Le Sarde Allinguate, sono un piatto della tradizione palermitana, ma che è possibile trovare in altre parti della Sicilia. La loro caratteristica principale è che prima di venir fritte, vengono marinate nell’aceto. Non conoscevo l’esatta etimologia del termine “Allinguata”, ma come sempre, Eveline ed il suo fantastico Blog sulla storia gastronomica e non di Palermo, mi hanno illuminato! Leggete questo Post e avrete tutte le risposte, e come sempre di mezzo ci stanno loro, le nostre vecchie dominazioni! Questa volta è merito degli spagnoli se esiste questa buonissima variante delle sarde fritte!

Sarde Allinguate – la ricetta!

  • 1 kg di sarde fresche
  • farina qb
  • aceto di vino bianco qb
  • olio di semi per friggere qb
  • sale

Beh… Come ingredienti possiamo benissimo dire che non serve altro che la nostra pazienza e le sarde, tutto il resto è pura formalità!😀 Ci vuole molta pazienza per un semplice motivo, la pulizia del pesce! Le sarde non sono difficili da pulire, però bisogna essere abbastanza bravi a non far staccare i due filetti che ricaveremo dal pesce intero. L’operazione è molto pratica, basta staccare la testa della sarda, pulendola sotto l’acqua corrente, e poi con un dito, passare in mezzo allo stomaco e sollevare la lisca, che delicatamente verrà via lasciando il nostro pesce abbastanza pulito. Per effetto scenico ma anche come collante per non staccare i filetti, lasciamo la parte terminale del pesce, la coda, in modo che serva come dicevamo, sia da legante per i filetti che da piccola presa quando li mangeremo.

Pulite le sarde, vanno quindi messe in un recipiente e coperte con l’aceto, quindi riposte al fresco, va bene anche il frigo, per almeno mezz’ora. Io solitamente copro con la pellicola per non contaminare il pesce con altri odori. Passata la mezz’ora, scaldiamo l’olio per friggere, prendiamo uno ad uno i filetti e sgocciolandoli per bene, li passiamo nella farina e li “Scozzoliamo”, cioè li scuotiamo per fargli perdere la farina in eccesso. Fatto ciò, li raccogliamo in un piatto e li andiamo friggendo in quantità abbondante ma non troppo, come in foto. Scoliamoli in abbondante carta da cucina assorbente, saliamoli e serviamoli ancora caldi.

<<A sarda all’inguata è un vero cioccolatino, si scippa  n’mucca ri quant’è bona! Io un c’ha fazzu a’spittari quannu i cociu… M’abbruciu sempri tutti i ‘irita e a linngua pi manciarimilli ancora cavuri cavuri appena sculati ri l’ogghiu cavuru! A sarda allinguata è u’cchiu poveru ri piatti ca canusciu, picchi o mircatu, quannu u pisci è friscu, tu tiranu na’facci e a sarda è chidda ca custa chiù picca ri tutti, ma puru su u’pisci fussi fitusu, io ma manciassi u’stissu, picchi è accussi bona, ca cu un’si l’avi manciatu mai, unnu pò capiri! Chisti su veri cosi belli! Veri cosi ri capricciu! >>

Come avrete ben capito, le sarde allinguate sono un piatto molto povero della cucina palermitana, fatto con estrema semplicità ma che racchiude sempre quel tocco di “nobiltà” tipico dei piatti di ripiego, nati per sostituire le pietanze ed i cibi troppo cari per la povertà del tempo.

Buona serata a tutti e arrivederci alla prossima ricetta, magari potrebbe essere la tua!

Ciao!

Potrebbero interessarti anche… (clicca sull’immagine per accedere al relativo post)

4 pensieri su “Sardi Allinguati… E quante storie dietro di esse!

  1. Devo dire che già 4 anni fà ci sapevi fare😉
    Mi fai venire sempre l’acquolina in bocca!!!!!
    Comunque se passi da me c’è un premio da ritirare!
    Baci,
    Alice

  2. Alice, che dirti? E’ una vita che sto tra i fornelli, prima come semplice spettatore dei manicaretti di famiglia, poi come autore personale dei piatti che cucino oggi! 4 anni fa c’era sempre la stessa voglia ma una preparazione e un modo nettamente differenti, e di questo sono contento, perchè avere un blog di cucina mi ha aiutato a presentare meglio e a mettere maggiore impegno e attenzione in ciò che faccio! E poi, vuoi mettere confrontarsi con gente brava come te? Sono tutti stimoli, e questo mi fa davvero piacere! Scappo a vedere il tuo post! Ciao!

Dopo aver letto il post, un tuo commento è molto gradito!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...