Orecchiette di orzo alla crema di broccoletti, pinoli e scaglie di pecorino.


Bentornati!!!!

Beh, in effetti quello assente per tanto tempo sono stato io, e non ho scuse!😀

Da più di un mese non davo più mie notizie qui sul blog, tra impegni vari e lavoro, il tempo ahimè latitava parecchio! L’unico svago, se così lo possiamo chiamare me lo dava e continua a darmelo Instagram ed il mio profilo, dove pubblico le foto dei piatti più riusciti che preparo e che spero di riuscire a pubblicare anche qui!

Tra le tante ricette mostrate, una in particolare aveva stuzzicato la curiosità di una mia followers, e siccome un modo per tornare a scrivere qui lo dovevo trovare, quale migliore occasione per pubblicare una nuova ricetta???

Orecchiette di orzoTerminata la maratona natalizia, tra i tanti regali graditi mangerecci, i più interessanti sono stati i cesti, e tra questi uno di prodotti pugliesi, regalo di una nostra cara amica di origini baresi. Dentro questo cesto, tra le tante cose, spiccavano queste orecchiette fatte con farina di orzo davvero particolari. Un pò curiose a pensarci, ma l’idea di cucinarle era troppo forte in me che alla prima occasione, ne ho approfittato!

Ovviamente, mi sono come sempre ingegnato per preparare qualcosa di buono, semplice e sfizioso, senza eccedere nei condimenti, visto il periodo post abbuffata, ma con un tocco di sapore per cercare di accontentate i gusti di tutta la famiglia.

Non disponendo di cime di rapa, come la ricetta originale prevederebbe, ho utilizzato un buonissimo broccoletto, aggiungendo un ingrediente ormai di casa qui nel blog, che uso praticamente dall’antipasto al dolce, i pinoli!

ORECCHIETTE DI ORZO ALLA CREMA DI BROCCOLETTI, PINOLI E SCAGLIE DI PECORINO

Ricetta x 2 persone!

  • un broccoletto da circa 250 gr
  • uno spicchio d’aglio
  • olio qb
  • un peperoncino
  • una manciata di pinoli
  • sale qb
  • orecchiette 180 gr

La prima operazione da effettuare è la pulizia e la cottura del broccoletto. Spuntato di tutte le foglie esterne, lo tagliamo a piccole cime e dopo averlo lavato diverse volte sotto l’acqua corrente lo sbollentiamo in abbondante acqua calda con un pizzico di sale, per circa 15 minuti. Lo scoleremo e lo faremo raffreddare in parte. Non buttate l’acqua di cottura, ci servirà per cuocerci la pasta!

preparazione crema di broccoletti

In una padella larga ed ampia, facciamo rosolare lo spicchio d’aglio con il peperoncino e dopo aggiungiamo i broccoletti, che andremo pian piano schiacciando con il dorso del cucchiaio, fino a creare un crema. Durante la cottura a fuoco medio basso, aggiungeremo anche i pinoli ed un mestolo di acqua di cottura per rendere il sugo più cremoso. Riportiamo a bollore l’acqua, se necessario aggiungerne dell’altra, e cuociamo le nostre orecchiette.

Mantecatura

In parte, grattugiamo parecchio pecorino, che ci servirà per la mantecatura della pasta nel sugo, come potete vedere in foto. Se necessario, aggiungete un mestolino di acqua di cottura se dopo la mantecatura, la pasta dovesse risultare troppo asciutta.

Orecchiette di orzo alla crema di broccoletti, pinoli e scaglie di pecorino

Terminiamo con delle scaglie di pecorino ed un giro di olio crudo. Io ho voluto impreziosire ulteriormente il piatto con una grattatina di pepe nero, che ha reso più intenso il già delizioso profumo di questa pasta.

Primo semplice e veloce da realizzare, le orecchiette pugliesi si prestano in modo eccellente per essere condite con sughi a base di verdure, come ne nostro caso.

Buon appetito e arrivederci a presto con una nuova ed invitante ricetta!

Ciao!!!!

7 pensieri su “Orecchiette di orzo alla crema di broccoletti, pinoli e scaglie di pecorino.

  1. Ciao!!! Non ho letto le motivazioni della tua ssenza, l’importante che tu sia qui, alla grande con questa ricetta che contempla orecchiette d’orzo che non conoscevo. Una bella e buona domenica a te e famiglia e a presto, Libera.

  2. Ti ho scoperto appunto su instagram, ho visto che avevi iniziato a seguirmi, e ho spulcito TUTTE le foto che avevi pubblicato lì.. Poi ho notato il link al tuo blog, e viste le foto stupende, non ho potuto fare a meno di venire a sbirciare anche questo.. Mi sono iscritta con soddisfazione al tuo blog, e ho ricambiato con immenso piacere anche su instagram.. Ci accomunano un sacco di cose: la passione per il cibo, che è una vera cultura, secondo me, la Sicilia, io infatti sono per 50% siciliana e per 50% toscana, e anche l’Egitto che anche a me è rimasto nel cuore…
    Complimenti per i piatti, le ricette, le idee e l’inventiva, tutto davvero molto bello e ben realizzato!!
    Molto particolare quest’idea delle orecchiette coi broccoletti, da provare sicuramente!!
    A presto, e piacere di averti conosciuto!!

  3. Grazie a tutte per i commenti!

    @Pasticcio81
    Benvenuta e grazie per tutti i like che hai dispensato su IG!😀
    Grazie anche per esserti iscritta nel blog, mi fa davvero piacere che quello che hai visto ti sia piaciuto e che tu l’abbia apprezzato.
    La Sicilia ma tutta l’Italia è davvero il paese del mangiar bene e delle tradizioni gastronomiche.
    Ovunque tu vada trovi qualcosa di tipico e caratteristico che ti resta impresso.
    La tua metà siciliana di dove è esattamente?
    Io sono palermitano di nascita ma ormai milanese di adozione…😀
    Vado a sbirciare il tuo blog e ricambio la visita!
    A presto!

  4. Mio papà è di Mistretta, provincia di Messina… Abbiamo ancora la casa là, e fino al 2001 venivo tutte le estati.. Ora vengo più sporadicamente, essendo in due, si accontenta un anno il marito e un anno me… La Sicilia nonostante la conosca da quando sono nata, non l’ho girata tutta, ma la conosco abbastanza bene, e ogni volta che veniamo in vacanza, io e mio marito scegliamo una parte e la visitiamo come si deve… Sono molto legata a questa terra, la sento mia, anche se solo al 50%… Io sono nata in Toscana, e la mia terra è mia e la amo solo tanto quanto amo la Sicilia… Potrei stare qua ore a parlare di queste due regioni, ma non voglio intasarti il blog!! Grazie di tutto!! A presto!!

  5. piatto fantastico, proverò il condimento con la mia pastina di farro (yep!)
    ma orsù lesti alla mia domanda: dove caspita trovo un indirizzo mail per sottoporti un dubbio sicul_culinario (o si_culinario, o trinacria culinario)??
    non ne trovo in tutto il blog e la stagione avanza…

Dopo aver letto il post, un tuo commento è molto gradito!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...