Tajine di pollo all’arancia&cannella con cipolle caramellate, mandorle ed olive.


Pollo pronto

Che la cucina marocchina e nordafricana in genere mi sia sempre piaciuta, l’ho mostrato più di una volta QUI sul blog. Io adoro gli odori speziati, i sapori decisi della carne aromatizzata con le spezie e soprattutto amo il tipo di cottura che vi mostrerò oggi, fatta utilizzando una pentola molto particolare di cui vi avevo già parlato, la Tajine!

Questa favolosa pentola che si utilizza in tutto il Marocco ma anche in altre parti del mondo è formata da una casseruola in coccio o come nel mio caso in ghisa, con un coperchio dalla forma conica sempre in coccio. La forma conica nasce proprio per l’esigenza di avere una cottura che non lasci disperdere i succhi del cibo ma li raccolga e poi li faccia ricadere sul cibo stesso durante la cottura, in modo che il contenuto si insaporisca e renda più tenera la carne o le verdure al suo interno. Una trovata semplice ma geniale, che permette di cuocere a fuoco basso per parecchie ore il cibo al suo interno senza che questo diventi secco e rendendolo molto più gustoso delle cotture tradizionali. La Tajine in mio possesso è un modello della famosa marca di pentole francese Le Creuset. E’ un dono fattomi un paio di anni fa per il matrimonio di cui vado estremamente fiero perchè si è rivelata una pentola eccezionale. Permette cotture che non immaginavo e conferisce un sapore unico al cibo che non sempre si ottiene con le pur ottime pentole in acciaio.

La ricetta di oggi è estremamente semplice, possiamo anche utilizzare una casseruola tradizionale se non disponiamo di una tajine, l’unica accortezza è di controllare la cottura perchè con il coperchio classico, rispetto a quello in coccio della tajine, i vapori si disperdono facilmente seccando il cibo al suo interno.

Per questa ricetta necessitiamo di pollo tagliato in parti o di sole cosce come nel mio caso, di una manciata di olive nere, di mandorle, della spremuta di due arance più una intera per decorazione e di un pezzo di cannella intero, di un paio di cipollotti o cipolle rosse piccole e di olio. Ingredienti semplici, privi di componente alcolica e quindi ottimo da gustare per chi non può bere. Un piatto tipicamente nordafricano direi!😀

PREPARAZIONE:

Iniziamo tagliando una cipolla a fette che faremo rosolare nella nostra casseruola, quindi aggiungiamo il pollo a pezzi o le cosce e facciamo rosolare a fuoco vivace  finchè il pollo non avrà assunto un colorito dorato ma non abbrustolito. Aggiungiamo le olive, le mandorle, il succo delle due arance spremute, i cipollotti o le cipolle tagliate a metà, regoliamo di sale e per ultimo il pezzo di cannella intero. Potete ulteriormente insaporire utilizzando un dado a base di brodo di pollo come quelli che si trovano disponibili al supermercato.

Pollo in cottura

Copriamo la tajine con il coperchio o la casseruola, abbassiamo il fuoco e lasciamo cuocere per circa un ora, controllando di tanto in tanto se non sia necessario girare il pollo. Continuiamo la cottura e se necessario aumentiamo i tempi di altri 20 minuti. Il pollo dovrà risultare morbido e cotto all’interno, ma molto succoso quando andremo a controllarlo con una forchetta. Come contorno si può utilizzare del cous cous, che con il sughetto del pollo si sposa alla perfezione. Per comodità di esecuzione, noi utilizziamo il cous cous precotto, disponibile in tutti i supermercati e facilissimo da preparare. Basta seguire le istruzioni nella confezione ed in pochissimi minuti è pronto per essere servito.

Tajine di pollo all'arancia e cannella con cipollle caramellate, mandorle e olive

Come vedete dalla foto, al momento di servire il pollo, si possono aggiungere delle fette di arancio ed impiattare con il cous cous insaporito con il sughetto di cottura. Vi garantisco che la sola foto non rende giustizia a questa autentica prelibatezza!

Spero che la ricetta vi sia piaciuta!

Buon appetito a tutti!

Ciao!

8 pensieri su “Tajine di pollo all’arancia&cannella con cipolle caramellate, mandorle ed olive.

  1. che buono questo piatto….mi ricorda molto il Marocco
    e se non ho la tajine come faccio???

    grazie per essere passato da me e per esserti iscritto
    ricambio subito unendomi ai tuoi followers

    ciao
    Silvia

  2. Ciao Silvia! Guarda, penso che le pentole tradizionali vadano comunque bene. Piuttosto bisogna solo fare più attenzione al fondo di cottura. Con la Tajine puoi chiudere il coperchio conico e scordarti tutto sul fuoco, tanto non evapora nulla, i succhi restano tutti all’interno. Con i coperchi normali, poco alla volta il cibo perde tutto, quindi meglio essere più cauti!🙂

  3. Buongiorno Nina!
    Si, se ti piacciono i profumi di arancia, cannella e soprattutto i cibi mediorientali, questa è davvero un’ottima ricetta!😀

  4. Sei veramente molto bravo! Ho letto le tue ricette e sono rimasta incantata! Sono appassionata di cucina e proverò a cucinare quello che fai perché l’equilibrio degli ingredienti e la novità di come li cucini mi ha veramente colpito. Fra l’altro è da molto che stavo cercando la tajine di ghisa, non sapevo neanche che esisteva! Ho provato ad entrare nel sito le creuset ma non l’ho trovata!

  5. Ciao Poggiogoloso, benvenuta!
    Ti ringrazio moltissimo per i complimenti, sono sempre graditi!😀
    Per cercare la tajine, ho dimenticato di scrivere se si trova solo nel sito in versione francese, però qui in Italia sono certo che viene venduta dalla Rinascente. A Milano in Duomo c’è, o almeno c’era quando mi è stata regalata lì!

Dopo aver letto il post, un tuo commento è molto gradito!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...